Nata nel gennaio del 2003, sviluppa da anni un’intensa attività di studi, di ricerca e di raccolta di pubblicazioni e documenti di interesse economico, sociale, politico ed istituzionale che riguardano il nostro Paese, con particolare riferimento alle tematiche del mondo del lavoro e all’evoluzione delle forze di rappresentanza sociale e del terzo settore.

 

Come si può immaginare, vista la molteplicità degli argomenti da trattare, su questa base documentaria sono state realizzate una serie di iniziative (convegni, seminari di studi, pubblicazioni e presentazioni di libri, convegni e seminari di studi) e di programmi di formazione e di informazione rivolte al mondo della scuola e dell’università, ed in generale alle nuove generazioni.

 

La storia dell’Italia è straordinaria, e ogni volta che si incontra un documento nuovo, inedito, emergono aspetti importanti che arricchiscono le nostre conoscenze e spingono ad ampliare, per quanto possibile, le ricerche avviate. E a condividere queste scoperte.

Il video che state per vedere dal nostro sito web, www.fondazionebrunobuozzi.it, realizzato grazie al contributo della Regione Lazio, è il primo step del progetto formativo online avviato dalla Fondazione sui processi di trasformazione sociale nell’Italia degli anni Sessanta e Settanta e affidato ad un team di ricerca guidato dal professor Pietro Neglie, docente di storia contemporanea presso l’Università degli studi di Trieste e Direttore del Comitato scientifico della Fondazione Buozzi.

 

Questo primo lavoro è supportato da filmati su eventi e tematiche cruciali di questo periodo, come ad esempio, il Sessantotto, la stagione dell’Autunno caldo e l’approvazione dello Statuto dei lavoratori.

 

Come detto prima, l’obiettivo principale è quello di coinvolgere in questo progetto di informazione e formazione soprattutto i giovani, ma ci farebbe piacere poter avere riscontri e suggerimenti da tutte le persone interessate al progetto che abbiamo avviato e che verrà via via arricchito ed implementato, con approfondimenti e nuovi filmati, dal team di lavoro della Fondazione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *